www.metalworkingmag.it
norelem

La sicurezza innanzitutto: gli interruttori norelem migliorano la sicurezza per gli operatori

Con una maggiore sicurezza per gli operatori di macchine utensili e linee di produzione, la gamma di interruttori di sicurezza senza contatto norelem offre ai produttori una soluzione robusta, affidabile e di facile integrazione.

La sicurezza innanzitutto: gli interruttori norelem migliorano la sicurezza per gli operatori

Progettati per essere utilizzati su coperture di protezione - come porte, sportelli e cappe - gli interruttori di sicurezza permettono di azionare una macchina solo quando tutte le coperture sono chiuse. Se durante il funzionamento un coperchio viene aperto, l'interruttore arresta il sistema automaticamente e in sicurezza, così da ridurre al minimo il rischio di infortuni.

Disponibili nelle tipologie a codifica magnetica e RFID, gli interruttori di sicurezza norelem possono essere installati in retrofit per migliorare la sicurezza generale di una macchina. Con un attuatore situato sulla parte mobile e la testina di lettura del dispositivo montata sulla parte fissa, non è richiesto alcun contatto per un funzionamento corretto; ciò permette di ridurre le attività di manutenzione ed estendere la vita utile, migliorando al contempo la sicurezza generale.

Marcus Schneck, CEO di norelem, ha dichiarato: "Conosciamo l'importanza della sicurezza negli ambienti di produzione, per garantire l'incolumità degli operatori e l'efficienza degli impianti. Bloccando il funzionamento della macchina finché tutte le coperture non sono chiuse, i nostri interruttori di sicurezza senza contatto possono aiutare i produttori a ridurre il rischio di infortuni nelle linee di produzione e a mantenere un funzionamento senza intoppi. E grazie alle due varianti disponibili, siamo in grado di offrire tutta la flessibilità richiesta dai produttori senza compromettere l'obiettivo finale di una maggiore sicurezza".

L'interruttore di sicurezza norelem a codifica magnetica è progettato per funzionare in modo efficace su elevate distanze di commutazione, offrendo una maggiore tolleranza operativa che permette l'adattamento a fenomeni ambientali indesiderati, come le vibrazioni. Poiché l'attivazione può avvenire solo con un attuatore adeguato, il meccanismo magnetico è anche in grado di impedire tentativi di manipolazione.

In alternativa, il sistema RFID permette di aggiungere fino a 31 sensori in serie, rendendo possibile il monitoraggio contemporaneo di più porte di protezione. Questo alto grado di flessibilità è raggiunto attraverso una codifica universale, in cui ogni attuatore valido è riconosciuto dall'interruttore di sicurezza. Ove occorre che le coperture di protezione siano monitorate in modo indipendente, la codifica individuale permette di assegnare ciascun attuatore al rispettivo interruttore di sicurezza; ciò è realizzabile in fase di installazione.

Con un'idoneità garantita agli ambienti di produzione, entrambi i sistemi soddisfano gli standard IP 67 per la protezione dalla polvere e dall'acqua, nonché i requisiti previsti dagli standard ISO 13849-1 e IEC 60947-5-3. La variante a codifica RFID è anche conforme agli standard EN62061 e IEC 61508.

Per maggiori informazioni sugli interruttori di sicurezza senza contatto norelem, visitare www.norelem.it o consultare il catalogo THE BIG GREEN BOOK.

  Richiedi maggiori informazioni…

LinkedIn
Pinterest

Unisciti agli oltre 15.000 follower di IMP