Hainbuch

Una nuova aggiunta alla famiglia di sistemi modulari: il modulo a 2 griffe, l’alternativa compatta a una grande morsa autocentrante

La massima flessibilità per la lavorazione di una vasta gamma di pezzi e piccoli lotti, non è solo una semplice illusione: con il sistema modulare Hainbuch diventa realtà. Qualunque sia la forma o la dimensione, rotonda cubica piccola o grande, con il sistema modulare è possibile bloccare qualsiasi tipo di pezzo. Le varie attrezzature di bloccaggio intercambiabili possono essere sostituite molto rapidamente. Il produttore tedesco di dispositivi di serraggio aveva già ampliato molto la gamma di accessori del suo sistema modulare, consentendo agli utenti di trovare sempre la soluzione ottimale per ogni configurazione di bloccaggio. Tuttavia, mancava ancora una cosa, un adattatore per il bloccaggio di parti cubiche; motivo per cui Hainbuch ha introdotto sul mercato il modulo a 2 griffe.

ICC Intelligent Platforms GmbH

Spostarsi verso l’Edge

Le imprese industriali sono di fronte a un contesto di sfide operative in continuo cambiamento. Un impianto di processo o uno stabilimento di produzione devono affrontare un insieme complesso di variabli che possono influire sulle prestazioni dei macchinari o di produzione. Appena si risolve un problema o un collo di bottiglia, sembra apparirne subito un altro. Da molti anni, i team che gestiscono le operazioni degli impianti utilizzano le tecnologie DCS, PLC, SCADA e MES come strumenti per migliorare automazione, allarmi, analisi e reportistica. Tuttavia, mentre l’automazione avanza al livello delle macchine, restano ancora dei gap che lasciano isole di informazione, rendendo inaccessibile la presa di decisioni che potrebbero supportare un miglioramento del business.

FAULHABER GROUP

Senza micromotori la logistica globale sarebbe perduta

Sempre di più, sempre più velocemente, sempre più lontano – tutto deve arrivare al momento giusto e nel posto giusto – il flusso globale delle merci fa funzionare l'economia ed è una sfida per tutti coloro che vi sono coinvolti. Questo funziona solo grazie ad un esteso livello di automazione all'interno della catena logistica, che sarebbe impensabile senza un'enorme quantità di micromotori ad alte prestazioni. Spesso questi motori devono generare forze considerevoli in condizioni estremamente limitate e, soprattutto, devono sempre funzionare in modo affidabile in regime continuo. Questo è il motivo per cui gli azionamenti di FAULHABER si trovano spesso in queste applicazioni complesse.

Seco Tools

Superare l'incertezza dei processi per ridurre scarti rilavorazioni

La qualità del prodotto rappresenta un indicatore chiave delle prestazioni per le imprese manufatturiere. Molte officine credono che ottenere le certificazioni di conformità agli standard qualitativi ISO, NADCAP e API garantisca la qualità del loro lavoro. In realtà, gli standard non si focalizzano su come produrre pezzi finiti accettabili, ma piuttosto su come stabilire procedure per rifiutare parti difettose

Seco Tools

La sostenibilità nelle lavorazioni dei metalli

Oggi, le aziende associano il termine "sostenibile" a prodotti e attività che vanno dalla pesca alla realizzazione di mobili, al consumo energetico e all'architettura. Il loro obiettivo dichiarato, parlando di produzione sostenibile, è quello di preservare le risorse naturali e proteggere l'ambiente. Tuttavia, in un certo senso, le lavorazioni dei metalli hanno sempre ricercato una forma di sostenibilità. Effettuare lavorazioni competitive in termini economici di prodotti di alta qualità permette ai produttori di avere un profitto e di conseguenza sostenere la propria esistenza come business.

Seco Tools

Efficienza di produzione significa consegne puntuali e clienti soddisfatti

Un'officina meccanica cerca di produrre un certo numero di parti, con il livello di qualità richiesto in modo efficiente, cercando di consegnare il materiale tempestivamente. Tradizionalmente, le aziende manifatturiere hanno definito l'efficienza tramite il ritorno sugli investimenti. Il successo è sempre stato misurato in termini di cicli continui di migliaia o centinaia di migliaia di pezzi, con l’obiettivo di mantenere una produzione costante su una o più macchine. Da quel punto di vista, una macchina funzionante che realizzava parti era considerata efficiente.

Unisciti agli oltre 15.000 follower di IMP