www.metalworkingmag.it
SCHUNK News

MAGGIORE EFFICIENZA GRAZIE ALLA SBAVATURA AUTOMATIZZATA

Per ottenere prodotti finali perfettamente finiti, è necessario rimuovere in modo affidabile spigoli vivi, irregolarità o eccessi di materiale che si presentano a seguito dei processi di lavorazione o fusione dei metalli. Finora, questa sensibilità di risposta era raggiungibile solo con la lavorazione manuale. Ma ora gli utenti possono portare il loro processo di sbavatura a un livello superiore, automatizzandolo. SCHUNK, leader di competenza in questo campo, ha ampliato il suo assortimento per la finitura superficiale robotizzata. Si ottengono risultati di lavorazione perfetti, maggiore efficienza, risparmi sui costi e gli operatori sono sollevati da una mansione dura e faticosa.

MAGGIORE EFFICIENZA GRAZIE ALLA SBAVATURA AUTOMATIZZATA

Nell'industria della lavorazione del metallo ad asportazione di trucioli, la sbavatura viene solitamente eseguita come fase di lavoro aggiuntiva, con un elevato sforzo logistico e di personale. Al contempo, sono già utilizzati molti sistemi robotici per il carico e lo scarico delle macchine utensili. È proprio qui che entrano in gioco i nuovi prodotti SCHUNK. Per sfruttare appieno le possibilità dei robot, oltre al carico-scarico: i robot possono appunto essere usati anche per la sbavatura automatica. La sbavatura dei pezzi può essere eseguita in concomitanza con la lavorazione del pezzo successivo, risparmiando così una fase di lavoro supplementare. La sbavatura simultanea riduce i tempi di consegna dei componenti e i costi unitari, e contribuisce ad ottimizzare l'investimento dei robot di carico e scarico esistenti. La precisione di ripetibilità del robot assicura anche risultati migliori, in termini di riproducibilità. Affidando le mansioni più difficili e monotone ai robot, gli operatori che lavorano al loro fianco beneficeranno di maggiore sicurezza e migliore ergonomia. Con i nuovi accessori SCHUNK, gli utilizzatori possono beneficiare di tutti questi vantaggi.


MAGGIORE EFFICIENZA GRAZIE ALLA SBAVATURA AUTOMATIZZATA
Flessibilità nell'uso: l'unità CDB è compensata in modo controllabile in direzione assiale e radiale e può essere dotata di lame di sbavatura convenzionali.

Soluzioni appropriate per ogni caso di applicazione

Con CRT, RCV e CDB, SCHUNK ha sviluppato tre unità per diverse operazioni di sbavatura, fornendo uno strumento ottimale per ogni applicazione. La lima ad azionamento pneumatico, CRT, è particolarmente adatto per utensili con geometrie strette e ridotte. Anche in zone difficili da raggiungere come fessure, angoli o scanalature, il materiale superfluo può essere rimosso con precisione e pulito senza residui. L'angolo di compensazione di +/- 1,8 mm compensa in modo affidabile le imprecisioni di posizione e le tolleranze del pezzo e del robot. Poiché questo strumento può essere dotato con lame convenzionali, il materiale esistente può essere riutilizzato e il passaggio a processi automatizzati può essere fatto in maniera pratica.

Lo sbavatore pneumatico RCV è attualmente il prodotto più robusto sul mercato e dà prova delle sue capacità durante la pulizia di pezzi grezzi e fresati. Poiché possono essere utilizzati diversi utensili rotanti, l'RCV può essere impiegato in modo flessibile per varie operazioni di sbavatura. Grazie alla sua robustezza e all'alta qualità, con l'RCV si possono ottenere risultati di lavorazione costantemente buoni. Il motore ad alette accorcia i tempi macchina con una coppia elevata e un breve tempo di arresto, e quindi assicura un rendimento maggiore.


MAGGIORE EFFICIENZA GRAZIE ALLA SBAVATURA AUTOMATIZZATA
Le lime ad azionamento pneumatico CRT sono particolarmente adatti per pezzi piccoli e stretti.

L'unità CDB facilita anche il passaggio dai processi manuali a quelli automatici. Per la prima volta, è possibile utilizzare le collaudate lame di sbavatura guidate a mano e non sono necessari ulteriori investimenti in nuovi materiali. Grazie al pick up dell'utensile uniformato e all'opzione del cambio automatico della lama, il tempo di preparazione è breve, quindi anche le serie piccole possono essere lavorate con efficienza. L'unità è compensata in modo regolabile in direzione assiale e radiale ed è adatta alla sbavatura di vari pezzi. Possono essere lavorati facilmente svariati materiali, come plastica, alluminio, acciaio o ottone, così come diverse forme geometriche.

Tutti i prodotti menzionati hanno una sospensione cardanica. La conformità degli utensili può essere regolata azionandoli con una pressione pneumatica. Pertanto, è assicurata una funzione di bilanciamento variabile e lo sforzo di programmazione per il robot si riduce notevolmente. La messa in servizio si effettua in modo molto rapido e semplice. Con il fissaggio opzionale dell'asse y, gli utilizzatori possono passare dalla compensazione oscillante a quella radiale. Questa flessibilità assicura una lavorazione efficiente, anche di varie geometrie di pezzi. Meno scarti, tempi di inattività significativamente ridotti e una necessità molto limitata di pezzi di ricambio sono i vantaggi del processo automatizzato. E il tutto si traduce in un risparmio sui costi.


MAGGIORE EFFICIENZA GRAZIE ALLA SBAVATURA AUTOMATIZZATA
Particolarmente robusto: lo sbavatore pneumatico RCV è l'ideale per qualsiasi tipo di operazione di sbavatura con utensili rotanti e può quindi essere utilizzato per la lavorazione di varie geometrie di pezzi.

Prodotti aggiuntivi completano il portafoglio SCHUNK, aprendo ulteriori campi di applicazione. L'unità di compensazione PCFS si rivela estremamente versatile. È molto utile se un pezzo deve essere lavorato con una forza definita in precedenza. L'unità è applicabile universalmente e assicura che una forza di compensazione coerente agisca in qualsiasi posizione. Ciò è consentito dall'uso di un sensore di posizione, che compensa la forza del peso insieme alle valvole di controllo della pressione fornite dal cliente. Il PCFC può essere combinato con diversi strumenti e quindi è adatto a numerosi scopi applicativi.

Con i nuovi tool di sbavatura, SCHUNK completa il suo assortimento di componenti end-of-arm con ulteriori moduli. Inoltre, gli utenti sono supportati in modo ottimale durante la progettazione del processo: i clienti possono testare prima le applicazioni nel nuovo centro di applicazione SCHUNK CoLab. SCHUNK esegue un'analisi di fattibilità dell'operazione di lavorazione e facilita così il passaggio alla lavorazione automatizzata. Chiunque voglia saperne di più sui vantaggi delle nuove soluzioni e voglia vedere di persona come funziona il tutto, può chiedere a un consulente SCHUNK di assistenza sul campo di ospitare gratuitamente un Roadshow SCHUNK con i nuovi utensili presso la sua sede.

www.schunk.com

  Richiedi maggiori informazioni…

LinkedIn
Pinterest

Unisciti agli oltre 15.000 follower di IMP