www.metalworkingmag.it
Eichenberger Gewinde

Eichenberger mette in moto, in tutto il mondo - dal 2020 anche nello spazio

La Stazione Spaziale Internazionale ISS è stata abitata da astronauti per quasi 20 anni. A 28.000 chilometri l'ora, orbita intorno alla Terra ad un'altitudine di 400 km, in soli 92 minuti. Il nuovo veicolo spaziale dovrà ora rifornire gli equipaggi di merci già l'anno prossimo. Un sistema di accoppiamento con tre viti a ricircolo di sfere di Eichenberger Gewinde AG garantisce un agganciamento sicuro dell'aliante spaziale privo di equipaggio

Eichenberger mette in moto, in tutto il mondo - dal 2020 anche nello spazio


«Chi avrebbe mai pensato che i nostri avvitamenti filettati un giorno avrebbero funzionato nello spazio?»
Secondo Hansruedi Hager, amministratore delegato di Eichenberger Gewinde AG: «La crescente automazione dei processi di lavoro apre un campo di applicazione pressoché infinito per gli avvitamenti filettati. Qui giochiamo la carta della nostra passione per il movimento perfetto. Che si tratti di un piccolo contributo a qualcosa di grande o di un grande contributo a qualcosa di piccolo, non è decisivo. Ciò che conta è l'effetto straordinario dei nostri avvitamenti filettati nel prodotto del cliente».

L'astronautica trae vantaggio dalle soluzioni filettate svizzere
Le condizioni ambientali estreme presenti nello spazio impongono dei requisiti elevati agli azionamenti lineari. In seguito al lancio del razzo vettore con accelerazione e vibrazioni elevate, il vuoto pervade la meccanica. Tutto ciò che è liquido evapora, lubrificanti compresi. Le parti mobili come le viti a ricircolo di sfere devono funzionare senza lubrificazione. Inoltre, entrano in gioco temperature comprese tra -50 °C e +90 °C, luce ultravioletta, raggi X, particelle ad alta carica energetica e atomi atmosferici, che rendono l'acciaio inossidabile utilizzato maggiormente suscettibile alla corrosione.


Eichenberger mette in moto, in tutto il mondo - dal 2020 anche nello spazio

La vite a ricircolo di sfere Carry di Eichenberger soddisfa questi requisiti estremi con geometrie precise e di alta qualità superficiale. Tale risultato si ottiene nella produzione mediante la rullatura degli organi filettati. Mentre la rettifica, la fresatura o la tornitura rovinano le fibre longitudinali del metallo, la rullatura della filettatura le mantiene intatte. Il risultato è una superficie compressa, liscia e resistente ai carichi. La durezza superficiale e la resistenza alla corrosione e, di conseguenza, la durata delle viti a ricircolo di sfere sono state ulteriormente incrementate tramite un nuovo tipo di trattamento. Essendo dotato di viti a sfera in grado di sopportare sollecitazioni superiori alla media, il veicolo spaziale è ben equipaggiato per effettuare con successo numerose operazioni di aggancio e sgancio alla/dalla Stazione Spaziale Internazionale ISS.

  Richiedi maggiori informazioni…

LinkedIn
Pinterest

Unisciti agli oltre 15.000 follower di IMP